DENTI

INDICE

Commenti e illustrazioni
La dentatura degli uomini 

Superiori Centrale Laterale Canino 1°premolare 2°premolare 1° molare 2°molare 3°molare
Inferiori Centrale Laterale Canino 1°premolare 2°premolare 1° molare 2°molare 3°molare
I denti Arcate Distinzione Divisione Prossimali Occlusione Classificazione Dente Superfici Solchi

00  L'uomo, durante la sua vita,  ha due serie di denti " decidui " e "permanenti" .      Venti sono i denti decidui, spuntano nella prima infanzia e cadono prima della maturità.        Trentadue sono i denti permanenti , spuntano nella tarda infanzia e nella prima età adulta , ed escludendo le malattie o le lesioni rimangono tutta la vita dell'individuo.  

L'età approssimata della crescita dei denti.
DENTI DECIDUI O DI LATTE DENTI PERMANENTI
Incisivi centrali     7 mesi

Incisivi centrali          7 anni

Incisivi laterali    10 mesi

Incisivi laterali           8  anni

Canini                17 mesi

Canini                      12 anni

Primi molari        14 Mesi

Primi premolari         11 anni

Secondi molari   24 mesi

Secondi premolari    12 anni

Primi molari                6 anni

Secondi molari         12 anni

Terzi molari       17 - 21 anni

I denti permanenti spuntano ed occupano la lo spazio lasciato dai denti decidui e si sviluppano contemporaneamente alla crescita della  mandibola e della mascella.

01 Termini  per indicare i denti  I denti dell'arcate superiore sono detti mascellari e quelli dell'arcata inferiore mandibolari in riferiferimento alle ossa che ospitano gli alveoli.  Gli incisivi ed i canini sono detti denti anteriori, i premolari e molari sono detti posteriori attributi dati per la posizione cha hanno in bocca

02                I denti si distinguono in: incisivi, canini, premolari o bicuspidi, molari.  Gli incisivi sono anteriormente ed adatti a tagliare.  I canini  ed i premolari, detti anche cuspidati, sono al lato della bocca adatti per afferrare e strappare.  I molari hanno grandi superfici trituranti e sono sul dietro della bocca  

03 Termini usati per indicare i denti. Linea mediana è una linea immaginaria che passa fra gli incisivi centrali di ogni arcata . Tutte le superfici dentali che guardano verso la linea mediana sono dette mesiali quelle dall'altro lato, opposte alla linea mediana,  sono chiamate distali. Le superfici che guardano verso i labbri o le guance sono dette facciali o labiali.  Le superfici dei denti anteriori e posteriori che guardano   la lingua sono dette linguali.   Le superfici  occlusali sono le superfici masticatorie dei denti posteriori.    Le superfici incisali sono le punte taglienti dei denti anteriori. 

04  Superfici  prossimali  sono le superfici del dente che sono adiacenti ad un altro dente dello stessa arcata. Le superfici mesiali e distali dei denti adiacenti sono  superfici prossimali. Le zone sulle superfici prossimali che si toccano sono dette Punti di contatto. L'area  fra le superfici prossimali  si chiama spazio interprossimale. Parte dello spazio interprossimale è occupato dalla papilla la parte libera si chiama cavità conica.

05 L'occlusione è la relazione fra le superfici occlusali dei denti mascellari e mandibolari quando sono in contatto, il masi mo contatto si chiama Occlusione centrica . Nelle relazioni mandibolari  normali, e quando i denti sono in quantità normale e nella posizione corretta, il cuspide medio facciale  del primo molare mascellare  occlude nel solco facciale del primo molare mandibolare, questa relazione si chiama  chiave dell'occlusione.  Quando l'articolazione è corretta e l'occlusione è normale  la posizione delle mandibole e dei denti è la seguente: Essendo l'arcata mascellare  più grande dell'arcata mandibolare  le cuspidi facciali dei denti mascellari  occludono sopra le superfici facciali  dei denti mandibolari,  le cuspidi dei denti mascellari si occludono nella fossa centrale dei denti mandibolari.

06 Classificazione e numerazione dei denti secondo la Federazione Dentale Internazionale.  

Denti permanenti Superiori Destri

Denti permanenti Superiori Sinistri

11 Incisivo centrale Mascellare

21 Incisivo centrale Mascellare

12 Incisivo laterale Mascellare

22 Incisivo laterale Mascellare

13 Canino Mascellare

23 Canino Mascellare

14 Primo Premolare o Bicuspide Mascellare

24 Primo Premolare o Bicuspide Mascellare

15 Secondo Premolare o Bicuspide Mascellare

25 Secondo Premolare o Bicuspide Mascellare

16  Primo Molare Mascellare

26 Primo Molare Mascellare

17 Secondo Molare Mascellare

27 Secondo Molare Mascellare

18 Terzo Molare Mascellare

28 Terzo Molare Mascellare

 Denti permanenti Inferiori Destri

Denti permanenti Inferiori Sinistri

41 Incisivo centrale Mandibolare

31 Incisivo centrale Mandibolare

42 Incisivo laterale Mandibolare

32 Incisivo laterale Mandibolare

43 Canino Mandibolare

33 Canino Mandibolare

44 Primo Premolare o Bicuspide Mandibolare

34 Primo Premolare o Bicuspide Mandibolare

45 Secondo Premolare o Bicuspide Mandibolare

35 Secondo Premolare o Bicuspide Mandibolare

46 Primo Molare Mandibolare

36 Primo Molare Mandibolare

47 Secondo Molare Mandibolare

37 Secondo Molare Mandibolare

48 Terzo Molare Mandibolare

38 Terzo Molare Mandibolare

07 Classificazione e numerazione dei denti secondo Palmer

08   Ogni dente è diviso in due parti : la corona  è quella coperta dallo smalto ed esposta nel cavo orale , la radice è coperta dal cemento ed è infissa nel nell'osso alveolare  La superficie  della corona  e della radice sono divise  orizzontalmente in terzi . La radice e divisa in un terzo cervicale, uno mediale, ed un terzo apicale .  La corona è divisa in un cervicale, un medio, un occlusale o incisale. Ogni terzo può essere distinto in terzo mesiale, un terzo distale, un terzo medio.    La linea cervicale o colletto  è il punto di incontro della corona con la radice ( Fra lo smalto della corona con il cemento della radice).   

09 Esiste una  differenza sulle superfici lavoranti dei denti.    Per poter masticare il cibo i denti dell'uomo, sono formati per tagliare, strappare e triturare.  Gli incisivi sono adatti a tagliare.  I canini  ed i premolari, sono  adatti per afferrare e strappare.  I molari hanno grandi superfici trituranti e sono forgiati per triturare il cibo.   

10 Solco allargato è una depressione lineare poco profonda sulla superficie del dente, residuo dello sviluppo del dente. Mammelloni sono le tre prominenze della cresta incisiva di un incisivo appena spuntato. I mammelloni si consumano e le prominenze  separate si dissolvono nella linea incisiva.

11 Cingolo  è una prominenza del terzo cervicale della faccia linguale dei denti anteriori. Le cresta sono un'elevazione lineare dello smalto che formano i margini mesiali e distali. Cavità è una depressione al limite di un solco o dove più solchi si incontrano. 

12 Solco allargato è una depressione lineare poco profonda sulla superficie del dente. Cuspide è una prominenza sulla superficie incisale e l'apice è il suo culmine.

13 Cingolo  è una prominenza del terzo cervicale della faccia linguale dei denti anteriori.  Cresta è un'elevazione lineare dello smalto   Apice del cuspide è il culmine di  una prominenza sulla superficie incisale..

14 Cresta è un'elevazione lineare dello smalto Apice del cuspide è il culmine di  una prominenza sulla superficie incisale..

15  Solco è una luna depressione ad angolo acuto fra le creste e le cuspidi. Fossa è una cavità irregolare sulla superficie del dente 

16 Cresta è un'elevazione lineare dello smalto Apice del cuspide è il culmine di  una prominenza sulla superficie incisale..

17 Solco è una luna depressione ad angolo acuto fra le creste e le cuspidi. Fossa è una cavità irregolare sulla superficie del dente.

18 Cresta è un'elevazione lineare dello smalto  Apice del cuspide è il culmine di  una prominenza sulla superficie incisale..

19  Solco è una luna depressione ad angolo acuto fra le creste e le cuspidi. Fossa è una cavità irregolare sulla superficie del dente   

20 Disposizione delle facce dei denti nei disegni successive

                             

 011     Incisivo Centrale  mascellare  li incisivi  visti distalmente  e mesialmente appaiono  a forma di cuneo con il tagliente nella faccia incisale. La linea del margine mesiale è quasi retta ed incontra il bordo incisale quasi ad angolo retto, mentre la linea del margine distale incontra il bordo incisale con una  semi curva ad arco . La faccia labiale assomiglia  di profilo all'unghia del pollice e si sviluppano due solchi  paralleli all'asse del dente. La faccia linguale è molto  simile al profilo della faccia labiale è, in tutti i lati,  leggermente più piccola ed sui margini mesiale e distale sviluppano delle piccole creste.  Alcune volte  nella faccia linguale esiste una cuspide o una cavità profonda.  La radice  è singola con bordi rotondeggianti,  l'apice è leggermente inclinato distalmente, la lunghezza è una volta e mezzo, o una volta ed un quarto della corona del dente.    

 012             Incisivo laterale mascellare   L'incisivo laterale è simile nell'aspetto all'incisivo centrale solo è più corto, più stretto e più sottile. La differenza maggiore è sull'angolo distale che è più arrotondato. La radice è conica a forma di corno  un poco appiattita mesio distalmente  

041        Incisivo mandibolare centrale  Incisivo mandibolare centrale Questo incisivo è il più piccolo di tutti i denti ed è il primo dente permanente a spuntare.   La superficie mesiale e distale  sono quasi parallele ed incontrano la superficie incisiva quasi ad angolo retto. I solchi non sempre sono presenti.      La radice  è singola e molto appiattita sulle superfici mesiale e distale.

042                Incisivo mandibolare laterale L'incisivo laterale è un poco più grande medio distalmente dell'incisivo centrale mandibolare. Il bordo incisale è un poco arrotondato sul lato vestibolare.  La radice  è singola e molto appiattita sulle superfici mesiale e distale.

  013    Canino mascellare, la faccia labiale  della corona ha due bordi taglienti  il mesio incisale e il disto incisale di cui questo è più lungo. Questa faccia  è  prominente per lo spigolo che si estende su tutta la superfice   e termina con una cuspide che è più vicina alla superficie mesiale. La  faccia linguale è simile nel contorno alla  faccia labiale ma le superfici mesiale e distale convergono a forma di triangolo. La radice è singola tozza, ed è la più lunga di tutti i denti, mediamente due volte la lunghezza della corona.

  043      Canino mandibolare, è più piccolo  e più sottile del canino mascellare che  nella faccia labiale  in parte eguaglia le forme. Il bordo disto incisale è molto più lungo.    La faccia linguale è patta  e quasi sempre senza cingoli. La radice è piatta mesio distalmente ed la lunghezza   non è eccessiva.

 014         Primo premolare o bicuspide mascellare   La superficie buccale è simile a quella del canino  I l bordo medio occlusale e disto acclusale sono quasi della stessa  lunghezza . La faccia linguale è più corta e più stretta e più convessa della superficie buccale. La faccia occlusale ha un cuspide facciale ed uno labiale uniti da un  bordo che divide la fossa mediale da quella distale. La radice è  piatta  nelle superfici mesiale e distale  nel 50% dei casi e divisa nel terzo apicale  in due, raramente in tre,  quando è divisa le punte sono più sottili e rastremate.

 015    Secondo  premolare o bicuspide mascellare è tutto simile al primo premolare solo più piccolo. . La radice è  piatta  nelle superfici mesiale e distale  e normalmente unica.

 044     Primo premolare o bicuspide mandibolare è più piccolo del primo premolare mascellare ha due cuspidi di cui quello linguale è poco accentuato. La faccia buccale è convessa in tutte le direzioni .  Le facce mediale e distale sono convesse  nel terzo occlusale e leggermente concave negli altri due terzi.   La faccia linguale  è convessa e piccola. La radice  è normalmente unica  raramente biforcata nel suo terzo apicale.   

 045          Secondo  premolare o bicuspide mandibolare  è simile nella faccia buccale e linguale al primo premolare mandibolare. La superficie occlusale non è sempre uguale, spesso la faccia occlusale ha un cuspide buccale e due nella faccia linguale, altre volte ha  due cuspidi prominenti.  La radice  è normalmente unica  molto spesso curvata distalmente.   

 016        Primo molare mascellare. La faccia buccale, attraversata da un solco che degrada nel terzo medio,  formando  due parti convesse.   La superficie occlusale:  i cuspidi sono larghi e prominenti solchi e speroni sono ben definiti. I cuspidi sono quattro  un quinto nella zona del terzo medio faccia linguale ( cuspide di Crabelli)  Uno sperone obliquo va dal cuspide mesio linguale al cuspide al cuspide disto buccale creando una fossa distale ed una centrale.    Il primo molare ha tre radici che portano il nome rispetto alla posizione che occupano: mesio buccale, disto buccale e linguale  che è la più lunga.

017                Secondo molare mascellare ha li stesse caratteristiche  del primo molare solo è più piccolo  e non ha il quinto cuspide.     Il secondo molare ha tre radici che portano il nome rispetto alla posizione che occupano: mesio buccale, disto buccale e linguale  e sono. Le tre radici sono più vicine e meno aperte 

 018         Terzo molare mascellare o dente del giudizio, ha li stesse caratteristiche ed è molto  più piccolo del primo molare e del secondo molare .  La faccia  occlusale, quasi circolare, ha numerosi fessure e solchi e manca quasi il cuspide disto linguale.     Il terzo molare ha molte radici  fuse insieme  e curvate distalmente . I terzi molari  variano molto dal modello comune. 

 046     Primo molare mandibolare. E' il primo dente permanente a spuntare.  La faccia buccale è molto convessa ed  attraversata da un solco.   La superficie occlusale ha cinque cuspidi poco sviluppati ma i solchi e speroni sono ben definiti. Il dente occlude  con il primo molare mascellare. La faccia  linguale è convessa.  Il dente ha due radici una mediale ed una distale piatte e robuste 

 047       Secondo molare mandibolare ha li stesse caratteristiche  del primo molare con il solco nella faccia buccale  è più piccolo.  La faccia buccale è uguale a quella linguale  la faccia occlusale  ha quattro cuspidi contornati da solchi .     Il secondo molare ha due radici più piccole di quelle del primo molare. 

048         Terzo molare mandibolare avendo le stesse funzioni ha li stesse caratteristiche  del primo e del secondo molare, è più piccolo.  La faccia occlusale  ha quattro o cinque  cuspidi contornati da solchi  non molto differenziati .     Il terzo  molare ha due radici  in molti casi sono curvate distalmente.  I terzi molari  variano molto dal modello comune. 

 

INDICE